Economia circolare e Imprese: FEDAPI partecipa al festival dello sviluppo sostenibile promosso da ASviS

Economia circolare e Imprese: FEDAPI partecipa al festival dello sviluppo sostenibile promosso da ASviS

Questo pomeriggio FedAPI – Federazione Artigiani e Piccoli Imprenditori ha preso parte al Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso da ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, discutendo per circa un’ora in diretta streaming sulla propria pagina Facebook in compagnia della Dott.ssa Nadia Lambiase, Presidente e CEO della startup innovativa a vocazione sociale Mercato Circolare e del Dott. Antonio Procida, iscritto all’ODCEC di Salerno.

Al Festival, in cui si sono distinti, tra gli altri, gli interventi di Enrico Giovannini (già Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali ed attuale co-fondatore e portavoce di ASviS), Mario Monti (già Presidente del Consiglio) e Marina Ponti (Direttrice della UN SDG Action Campaign), hanno preso parte diverse realtà associazionistiche ed imprenditoriali desiderose di percorrere insieme la strada che porta ad una reale e concreta transizione dall’economia lineare a quella circolare.

Al termine dell’evento, il Presidente Nazionale FedAPI Pietro Vivone ha dichiarato: «La conclusione a cui siamo giunti è che oggi essere imprenditori non può prescindere dall’essere responsabili del miglioramento del territorio in cui si vive, ma soprattutto che la logica della sostenibilità non è più da considerarsi in conflitto con quella del profitto: fare impresa in maniera sostenibile sia dal punto di vista economico che ambientale è possibile, grazie agli incentivi ed alle agevolazioni che abbiamo in parte illustrato durante il nostro evento. Come sindacato datoriale lanciamo quindi un appello a tutti gli imprenditori campani, nostri associati e non, per esortarli ad affrontare insieme questa tanto importante quanto necessaria sfida; per dare continuità a questo impegno istituiremo inoltre un premio dedicato alle imprese che si distingueranno per il loro interesse nella transizione verso l’economia circolare ed un modello realmente sostenibile di fare impresa».

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + otto =