FedAPI annuncia la nomina della Dott.ssa Serena Moscardelli a referente alla sostenibilità!

FedAPI annuncia la nomina della Dott.ssa Serena Moscardelli a referente alla sostenibilità!

La Federazione Artigiani e Piccoli Imprenditori (FedAPI), membro aderente ASVIS, è lieta di annunciare la nomina della Dott.ssa Serena Moscardelli a referente sostenibilità dell’associazione. Con questa nomina, la Dott.ssa Moscardelli entra a far parte del gruppo di lavoro Asvis nei tavoli di lavoro sulla sostenibilità ambientale, sociale ed economica.
La collaborazione con Asvis, rappresenta un momento importante di crescita per entrambe le parti, al fine di promuovere la sostenibilità e la responsabilità sociale d’impresa nel settore artigianale e delle piccole e medie imprese.
In un’epoca in cui il tema ESG è sempre più al centro dell’attenzione pubblica, è fondamentale che le aziende pubbliche e private si impegnino a promuovere cultura e valori coerenti con i valori di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.
FedAPI e la Dott.ssa Moscardelli si impegnano a continuare a lavorare a stretto contatto con Asvis e ad essere coinvolti attivamente nel prossimo impegno per la realizzazione del Festival dello Sviluppo Sostenibile, l’evento più importante italiano che mette al centro la sostenibilità e gli obiettivi dell’Agenda 2030.
Queste le dichiarazioni del Presidente Nazionale Pietro Vivone“La transizione verso modelli economici più sostenibili dal punto di vista ambientale, sociale e di governance è divenuta una priorità per le imprese, per i governi e per la società in generale. FedAPI si impegna a fornire una panoramica completa sulle tematiche e sulle strategie più efficaci per cogliere l’opportunità di promuovere a livello territoriale cultura e transizione sostenibile nel breve e medio/lungo termine, infatti, nei prossimi mesi sanno numerose le iniziative per
sensibilizzare, promuovere la sostenibilità e supportare le imprese.”
La Dott.ssa Moscardelli desidera ringraziare il presidente: il Dott. Pietro Vivone per la fiducia riposta nella sua professionalità e per l’opportunità di partecipare e contribuire per l’associazione ai tavoli di ascolto su consumo e produzione responsabile.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

10 + sette =